Lc 21,5-11   BADATE DI NON LASCIARVI INGANNARE

Martedì Della XXXIV Settimana del Tempo Ordinario Anno C

Martedì Della XXXIV Settimana del Tempo Ordinario Anno C

Badate di non lasciarvi ingannare.
Molti infatti verranno nel mio nome.

TESTO:-

Martedì Della XXXIV Settimana del Tempo Ordinario Anno C

Dal Vangelo secondo Luca. (Lc 21,5-11)
In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta».
Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: “Sono io”, e: “Il tempo è vicino”. Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine».
Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo. Parola del Signore.

RIFLESSI8NI

Martedì Della XXXIV Settimana del Tempo Ordinario Anno C

Non andate dietro a loro!
Quando si legge questo brano del Vangelo, la mente induce subito a pensare a qualche strillone che si spaccia per vero profeta gridando per le nostre strade, alla maniera di Giona nella grande Ninive. Questa è senz’altro una visione affascinante, attraente, ma di certo non è quanto Gesù vuole insegnarci. In verità, quanti si presentano e si spacciano per i nuovi messia sono assai pochi. Anche verso costoro si deve stare attenti, vigilare perché Cristo non venga tradito, rinnegato, messo da parte
Falsi profeti sono tutti i falsi maestri, falsi scienziati, falsi teologi, falsi filosofi, falsi asceti, falsi mistici, falsi pedagoghi, falsi amici, falsi compagni. Satana si presentò ad Eva come un falso serpente, un serpente ingannatore, mentitore, bugiardo. Le indicò una via di vita, che poi si rivelò di morte. Falsi cristi e falsi messia sono oggi tutti i venditori di morte, quanti escludono la sofferenza, l’impegno, il sacrificio, il sudore della fronte per guadagnarsi un tozzo di pane. Quanti propongono la delinquenza, la trasgressione, ogni illecito per diventare ricchi. La falsa profezia abbraccia l’intera società. Anche la politica sovente si riveste di falsa profezia, perché parola ingannevole Vale per il nostro tempo quanto il profeta Michea grida ai suoi contemporanei.
Così dice il Signore contro i profeti che fanno traviare il mio popolo, che annunciano la pace se hanno qualcosa tra i denti da mordere, ma a chi non mette loro niente in bocca dichiarano la guerra. Quindi, per voi sarà notte invece di visioni, tenebre per voi invece di responsi. Il sole tramonterà su questi profeti e oscuro si farà il giorno su di loro. I veggenti saranno ricoperti di vergogna e gli indovini arrossiranno; si copriranno tutti il labbro, perché non hanno risposta da Dio. Mentre io sono pieno di forza, dello spirito del Signore, di giustizia e di coraggio, per annunciare a Giacobbe le sue colpe, a Israele il suo peccato. Udite questo, dunque, capi della casa di Giacobbe, governanti della casa d’Israele, che aborrite la giustizia e storcete quanto è retto, che costruite Sion sul sangue e Gerusalemme con il sopruso; i suoi capi giudicano in vista dei regali, i suoi sacerdoti insegnano per lucro, i suoi profeti danno oracoli per denaro. Osano appoggiarsi al Signore dicendo: «Non è forse il Signore in mezzo a noi? Non ci coglierà alcun male». Perciò, per causa vostra, Sion sarà arata come un campo e Gerusalemme diverrà un mucchio di rovine, il monte del tempio un’altura boscosa (Mi 3,5-12).
Falsi profeti, falsi cristi sono tutti coloro che indicano la via della morte come vera via della vita. Quanti insegnano che l’aborto è diritto della libertà della donna, il divorzio esigenza del vero amore, l’eutanasia vero atto di compassione, l’utero in affitto e ogni altra azione che riguarda l’inizio della vita un diritto dell’uomo e della donna alla paternità e maternità. Falsi profeti e falsi cristi sono ancora quanti sostengono l’amoralità di ogni relazione tra uomo e donna, uomo e uomo, donna e donna. La falsa profezia oggi pervade ogni aspetto della nostra vita. Anche la volontà di dichiarare ogni cosa un diritto dell’uomo, quando diritto non è, è falsa profezia.
Gesù ci avverte. Non andate dietro a loro. Il mondo può ascoltare i falsi profeti, i falsi maestri, i falsi cristi. Gesù vuole che colui che lo ha scelto, rimanga saldo in questa scelta. Rimane fedele se resta ancorato alla sua Parola, al suo Vangelo, alla sua sana moralità. Il mondo è mondo perché è già schiavo della falsa profezia. Chi non la deve seguire è il cristiano, proprio perché Lui ha scelto Cristo come unico e solo maestro di vita. Oggi però il cristiano è falso. Entra in Chiesa, si nutre di Cristo, segue altri.
Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, fateci veri discepoli di Gesù.

Martedì Della XXXIV Settimana del Tempo Ordinario Anno Cultima modifica: 2016-11-22T20:10:03+00:00da angela1845
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento